Il cuore delle automazioni industriali è costituito dai Controllori a Logica Programmabile (PLC) ed è un corretto utilizzo degli stessi negli impianti che ne determinano le prestazioni, l’affidabilità, la flessibilità e la facilità d’uso da parte dei conduttori/operatori.

Questi componenti hardware, negli ultimi anni, hanno subito una grande evoluzione, sia per quanto riguarda le prestazioni, che per i campi di utilizzo, che per potenzialità e connettività.
Non ultima quella i linguaggi/metodi di programmazione che hanno ora un elevato grado di standardizzazione.
Questa evoluzione comporta che oramai non basta più essere un elettricista evoluto per definirsi un programmatore di PLC, ma è necessario avere competenze informatiche più vaste.
Lo Sviluppo software per PLC richiede delle competenze specifiche nell’utilizzo delle piattaforme di sviluppo dei principali competitors del campo dell’automazione industriale.

Per tale motivo è anche la parte più delicata del progetto. Richiede un’assoluta padronanza dell’impiego degli strumenti di sviluppo, la perfetta conoscenza delle componenti hardware impiegate
e, ovviamente, la competenza relativa al processo di produzione o lavorazione che l’impianto deve compiere.

Spesso la tipologia di impianto richiede competenze specifiche per la corretta gestione delle problematiche, ecco perchè alcuni dei nostri tecnici si sono specializzati (chi nel processo e chi nelle macchine), cercando di standardizzare ove possibile il software.

All’interno della definizione ‘Software per PLC‘ trovano spazio varie tipologie di controllo e regolazione:

  • Logica di controllo dei cicli e sequenze automatiche di movimentazione o gestione dei flussi
  • Controllo diagnostico di utenze e dispositivi
  • Sistemi Motion Control, Controllo di posizione e velocità
  • Controllo di processo e regolazioni PID
  • Gestione Bus di campo e reti industriali
  • Comunicazione e scambio dati tra sistemi

PRINCIPALI BRAND DI CONTROLLORI LOGICI PROGRAMMABILI DA NOI UTILIZZATI:

SIEMENS Utilizziamo i controllori Siemens, dagli obsoleti S7 fino ai recenti 1200 e 1500, passando per la famiglia S7 300/400, utilizzando i sistemi di sviluppo Step 7 e TIA Portal
B&R Utilizziamo i controllori B&R, principalmente quelli della famiglia X20, utilizzando il sistema di sviluppo Automation Studio
SCHNEIDER Utilizziamo i controllori Telemecanique (famiglia Premium, ma anche Micro e Nano), Modicon (M380/M580) ed ELAU (famiglia LMC), utilizzando i sistemi di sviluppo PL7 Pro, Unity e SO Machine
ROCKWELL Utilizziamo i controllori Allen-Bradley, principalmente quelli della famiglia CompactLogix, ma anche MicroLogix e ControlLogix, utilizzando il sistema di sviluppo RSLogix
OMRON Utilizziamo i controllori OMRON (c-x)
SAIA Utilizziamo i controllori Saia Burgess Controls, quelli della famiglia PCD-x, utilizzando il sistema di sviluppo Saia PG5 Controls Suite
CODESYS Utilizziamo il soft PLC CODESYS 3.x